Lo snack al cocco più famoso in versione vegan: ecco il bounty

Ci sono snacks famosi in tutti il mondo. Uno di questi è al cocco ed il suo nome è leggendario: bounty. Tutti lo conoscono, tutti lo hanno assaggiato, tutti se ne sono fatti una scorpacciata immane, pochi però sanno che ne esiste anche una versione vegan. Eccola!

Scopri come preparare lo snack bounty a casa tua in pochi minuti

Ci sono sapori che, per chi passa da un’alimentazione onnivora a vegan, sembrano perduti per sempre. Una lacrima all’angolo dell’occhio per una storia così triste! Uno dei sapori perduti è quello dello snack al cocco più famoso del mondo: il bounty. Cubettino di cioccolato con all’interno tanto cocco e zucchero… ecco, quello!
Quasi tutto il globo ha mangiato almeno una volta questo snack, per una colazione rapida (anche se ci vuole uno stomaco di ferro per mangiarlo al mattino presto), per uno spuntino fra un impegno e l’altro o per una merenda golosa. C’è anche chi probabilmente se l’è smangiucchiato di notte fra le coperte fra un film dell’horror e un altro… ognuno ha le proprie abitudini!
Niente indugi, adesso tiriamo fuori la ricetta dal cappello et voilà!

Ecco gli ingredienti per preparare il famoso bounty in versione vegan:

  • 180 g di cocco tritato
  • 100 ml di olio di cocco
  • 90 ml di latte di cocco
  • vaniglia in polvere
  • 30 ml di sciroppo di riso
  • 300 g di cioccolato fondente
  • 30 g di farina di mandorle (se piace)

Unire il cocco tritato, l’olio di cocco, il latte, la vaniglia, lo sciroppo di riso e la farina di mandorle e lavorare il composto per creare dei rettangolini abbastanza solidi. Disporre i rettangoli dentro una teglia da forno o una pirofila e mettere in freezer per circa un’ora. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria dentro un pentolino, lasciare raffreddare un pochino, immergere ogni rettangolino di cocco nel cioccolato e disporlo sopra una griglia del forno per far scolare il cioccolato in eccesso. Mettere i rettangolini ricoperti in frigorifero per almeno due ore e… gustare!