Come preparare una versione vegetariana della pasta alla carbonara con le zucchine adatta a grandi e piccini

Questa ricetta vegetariana è in grado di soddisfare tutti i palati, anche i più esigenti, che non sentiranno la mancanza della componente di carne e sicuramente chiederanno il bis.

carbonara alle zucchine

Carbonara-alle-zucchine

Ingredienti:

  • 100 gr di pasta a scelta
  • 1 uovo intero
  • 1 zucchina
  • parmigiano
  • sale
  • pepe
  • olio evo

Per prima cosa mettiamo a bollire l’acqua per la pasta in una pentola capiente, e nel frattempo che arriva a bollore prepariamo gli ingredienti per il condimento. Laviamo e puliamo la zucchina, poi la grattugiamo con una lama a fori larghi e la mettiamo a rosolare con un filo d’olio in padella, saliamo e lasciamo cuocere qualche minuto aggiungendo poca acqua se necessario. Non dovrà cuocere molto a lungo poiché il taglio fine farà sì che appassisca velocemente.

Mentre la zucchina cuoce sbattiamo l’uovo in una ciotola e aggiustiamo di sale e pepe, uniamo poi il parmigiano grattugiato come per la classica carbonara.

Appena bolle l’acqua la saliamo e mettiamo all’interno della pentola la pasta, che dovremo scolare al dente e far saltare qualche minuto con la zucchina preparata precedentemente. Quando vediamo che la pasta si è ben amalgamata con la zucchina versiamo l’uovo nella pentola mantenendo il fuoco bassissimo per evitare che coaguli troppo velocemente, e lo facciamo rapprendere qualche secondo in modo che il calore della pasta lo cuocia secondo il nostro gusto.

La pasta va servita e mangiata calda, a piacere con un’ulteriore spolverata di parmigiano.

Questa variante della pasta alla carbonara si presta all’utilizzo anche aggiungendo altri ingredienti, come prosciutto cotto, speck, patate lesse o cubetti di formaggio, ma è squisita anche da sola (potrebbe interessarti anche “Ricotta e basilico: pesto delizioso per le tue ricette estive“).

Inoltre è particolarmente adatta all’alimentazione infantile specialmente per i bimbi che non amano molto le verdure, perché in questo modo il sapore viene leggermente coperto dalla sapidità dell’uovo e del parmigiano.