Come riporre e conservare in frigorifero i cibi e le pietanze avanzate nel modo corretto

Conservare i cibi in frigorifero in maniera errata può comportare un deterioramento precoce degli alimenti oltre che seri problemi di salute nei casi più gravi. Ogni scomparto è realizzato appositamente per poter conservare al meglio alcune tipologie di alimenti, vediamo qual è la disposizione migliore per riporli all’interno del frigo (potrebbe interessarti anche “Come pulire il frigorifero“).

conservazione corretta degli alimenti

conservazione-corretta-degli-alimenti

Nei frigoriferi moderni esistono cassetti già suddivisi per la conservazione di determinati alimenti, in basso il cassetto delle verdure, che mantiene una temperatura intorno ai 10° adatta per frutta e verdura mature da consumare in pochi giorni, e sopra di esso il cassetto per carne e pesce nel punto più freddo del frigo con una temperatura di circa 2°. Se non è presente il cassetto per la carne è comunque consigliato riporla sul ripiano appena sopra il cassetto della frutta e verdura.

Man mano che saliamo sui ripiani centrali la temperatura si aggira intorno ai 4°-5°, e questa è la zona adatta per riporre dolci, alimenti già aperti da consumare a breve, salumi, formaggi e avanzi. Il ripiano più alto raggiunge una temperatura di circa 8° ed è adatto per i cibi che vogliamo consumare per primi.

La porta è in assoluto la zona con gli scomparti meno refrigerati, con una temperatura di circa 12°-15°, e quindi è consigliato riporvi alimenti che hanno bisogno solamente di essere tenuti al fresco, ad esempio latte, uova, burro e bibite.

Per prevenire contaminazioni tra alimenti e il diffondersi degli odori è bene riporre in frigo i cibi con la confezione sigillata oppure se si tratta di prodotti già aperti, utilizzare contenitori con chiusura ermetica. Assolutamente fondamentale non mescolare mai i cibi cotti con quelli crudi, specialmente le carni e gli alimenti di origine animale, in quanto potrebbero sviluppare batteri patogeni pericolosi per la salute umana.

Infine, è bene controllare periodicamente la scadenza dei prodotti conservati nel frigo eliminando quelli ormai avariati.