Tutorial per trasformare un vecchio cassetto in un portagioielli

I portagioie sono fantastici e molto eleganti, ma diciamoci la verità, mettere tutto in una scatola stile cassaforte fa bene solo ai grovigli che puntualmente si creano, annodando collane, bracciali e orecchini in un’unica matassa che ci impedisce di indossare al volo la collana preferita, e a volte, nel tentativo di sgrovigliare il tutto qualche accessorio finisce inevitabilmente col rompersi. Oggi trasformiamo un piccolo cassetto in un pratico portagioie cosi da avere ogni collana o bracciale al posto giusto.

portagioie cassettoOccorrente:

  • un vecchio cassettino
  • pomelli
  • trapano
  • vernice colorata
  • carta abrasiva

Per iniziare il nostro lavoro occorre procurarsi un vecchio cassettino, magari quello di quel mobile ormai rovinato e che vuoi buttare via.
Con l’aiuto di un trapano fai dei fori lungo tre lati del perimetro lasciando qualche centimetro di spazio tra l’uno e l’altro, quando avrai terminato con l’aiuto di una carta abrasiva leviga l’intera superficie per renderla liscia al tatto ed eliminare eventuali schegge che potrebbero ferire.
Ora bisogna dare un tocco di colore, scegli una vernice ad acqua cosi da poter effettuare il lavoro comodamente in casa, senza sprigionare nella stanza un cattivo odore, e lascia asciugare il tempo necessario (in genere sono 6 ore, ma segui le indicazioni della confezione per essere sicuro). Per rendere il lavoro migliore, proteggerlo nel tempo e dargli un tocco di lucidità puoi passare una mano di flatting, lasciando poi asciugare il tempo necessario.
Quando il cassettino è completamente asciutto non ti resta che applicare nei fori praticati in precedenza, dei pomelli, puoi sceglierne di un solo modello e colore o tutti differenti tra di loro. Infine appendi al muro il tuo cassettino utilizzando il lato non forato e il tuo portagioie è ponto, potrai appendere su ogni pomello una collana o bracciale e averli sempre a portata di mano dicendo addio a nodi e grovigli!