Come usare correttamente la pentola a pressione per una cucina sana e veloce in tutta sicurezza

La pentola a pressione moderna è stata creata negli anni ’50 e da allora il suo successo è stato inarrestabile. Essendo però un utensile che sfrutta la pressione sul fuoco se usata nel modo sbagliato o se non viene pulita e mantenuta adeguatamente può causare incidenti domestici anche gravi.

Vediamo come utilizzarla in sicurezza per avere un valido aiuto in cucina.

pentola a pressione

pentola-a-pressione

La pentola a pressione offre innumerevoli vantaggi, il primo dei quali è sicuramente il tempo di cottura ridotto, basti pensare alle cotture di legumi e carni che vengono dimezzate, inoltre, anche il tipo di cottura in acqua o a vapore rende le pietanze tenere senza l’utilizzo di grassi.

Quando si vuole cucinare qualcosa con questo utensile è necessario però attenersi a delle regole di base precise, prima di tutto non riempire la pentola oltre il limite segnato così come non mettere troppa poca acqua che evaporando farebbe attaccare sul fondo tutti gli alimenti rischiando non solo di bruciare la pentola (Se ti è già capitato leggi qui come far tornare pulito il fondo delle padelle senza sforzi) ma anche di far aumentare troppo la pressione all’interno.

Una volta inserito il cibo all’interno della pentola si chiude il coperchio ermeticamente e si mette sul fuoco. Il tempo di cottura va calcolato da quando si sente sfiatare la valvola posta sul coperchio, e appena inizia a fuoriuscire il vapore si deve abbassare il fuoco fino a fine cottura.

Prima di aprire la pentola a pressione è bene far uscire tutto il vapore all’interno tramite la valvola, ma è bene non farlo mai a mani nude e allontanando il viso durante l’operazione.

Per la manutenzione della pentola a pressione è sufficiente lavarla a mano con del classico detersivo per piatti assicurandosi che non rimangano mai residui di cibo o sapone all’interno della valvola, ed è sconsigliato l’uso della lavastoviglie.