Come utilizzare al meglio le varie parti del cocco per creare tante e deliziose ricette

Il cocco è uno degli alimenti più versatili che abbiamo a disposizione sia per piccoli snack sia per realizzare tantissime ricette dolci e salate a seconda delle parti che usiamo in cucina.

Vediamo come sfruttare al meglio le varie parti del cocco nelle nostre ricette.

utilizzi del cocco

utilizzi-del-cocco

La polpa del cocco: la polpa del cocco è sicuramente la parte più conosciuta e più facile da utilizzare perché si può mangiare così da sola senza bisogno di lavorazioni particolari, basta aprire il cocco e gustarla fresca come snack estivo rinfrescante.

La farina di cocco: la farina di cocco si compra in pratiche buste già pronta da utilizzare, ed è perfetta per preparare ricette dolci cotte e crude da sola o abbinata ad altri ingredienti. Si utilizza nelle preparazioni sostituendo una parte della farina oppure come copertura per praline e cioccolatini, perfetti per concedersi un momento di dolcezza.

Il latte di cocco: il latte di cocco non ha nulla a che vedere con il classico latte vaccino, è un ottimo sostituto vegetale (come il latte di mandorla o di avena) in una dieta bilanciata ed è fonte di vitamine e minerali ottimi per il nostro corpo. Si ottiene dalla polpa del cocco lavorata e resa liquida: attenzione però a non confonderlo con l’acqua di cocco che è il liquido contenuto all’interno del frutto. Nella cucina orientale il latte di cocco si usa moltissimo nelle zuppe e nelle ricette in abbinamento con le carni bianche e il curry.

L’acqua di cocco: è a bevanda contenuta nelle noci di cocco ancora verdi, si beve così com’è senza bisogno di lavorazioni, ed è un’ottima bevanda rinfrescante e idratante adatta a tutti grazie al contenuto di vitamine del gruppo B e C e sali minerali. Si utilizza quasi unicamente per creare bevande e succhi a freddo.