Scopriamo quante cose possiamo fare in casa e non solo con una bottiglia di aceto

L’aceto ormai non viene più considerato solo un condimento per le pietanze, ma è diventato un validissimo aiuto per pulizie e faccende di ogni tipo. Vediamo quali sono gli usi più utili in casa per questo prezioso liquido (per conoscere altri trucchi per le pulizie leggi anche “Il sapone di Marsiglia, non solo sapone da bucato“).

aceto di vino

aceto-di-vino

Iniziamo dalla cucina: con l’aceto è possibile infatti pulire i lavandini ed eliminare il calcare lasciandolo agire sulle parti in acciaio e sui rubinetti, inoltre si può versare nello scarico per eliminare i cattivi odori e i residui di cibo. Sempre contro i cattivi odori si possono immergere le stoviglie in plastica in acqua calda e aceto e poi lavarle con il detersivo per i piatti per fare in modo che tornino pulite e profumate.

Dopo aver cucinato ci si può anche lavare le mani con l’aceto per eliminare gli odori forti come aglio e cipolla dalla pelle senza danneggiare il PH naturale con detergenti aggressivi.

Per chi utilizza la lavastoviglie l’aceto è un ottimo sostituto del brillantante e aiuta a mantenere pulite e senza calcare le tubature e i filtri, così come per pulire il frigorifero è perfetta una soluzione di acqua e aceto.

In bagno l’aceto può sostituire l’ammorbidente in lavatrice e togliere lo sgradevole odore di fumo dai vestiti, in più è efficace per eliminare i segni delle gocce d’acqua sulle porte dei box doccia e sulle ceramiche di sanitari e piastrelle.

In tutto il resto della casa si può utilizzare per deodorare tendaggi, tappeti e materassi spruzzandolo sui tessuti dopo averlo diluito in parti uguali con dell’acqua, e dopo aver fatto le pulizie si possono pulire le spugne utilizzate immergendole in acqua calda e aceto per tutta la notte risciacquandole al mattino.

Insomma, qualunque sia la stanza da pulire l’aceto è un alleato perfetto per le vostre faccende!