Scopriamo l’alzasedia per bambini, un supporto ridotto che aiuta i bambini nell’autonomia a tavola

A partire dall’anno circa i bambini iniziano a scoprire il cibo di mamma e papà e vogliono iniziare a mangiare da soli, magari seduti a tavola, ma spesso non si riesce ad utilizzare il seggiolone come una vera e propria sedia da accostare al tavolo, e quindi il bambino rimane isolato al momento del pasto. Per ovviare a questo inconveniente ecco che possiamo usare un rialzo per sedia, in modo da poter mangiare tutti insieme e condividere il momento conviviale aiutando il bambino ad essere autonomo.

 

rialzo per sedia

rialzo-per-sedia

Esistono vari modelli di alzasedia tra cui scegliere secondo le nostre esigenze: con o senza vassoio, fissi o pieghevoli (da viaggio), in stoffa o in plastica e tante altre opzioni. Per poter scegliere nel modo corretto è indispensabile per prima cosa valutare il modello di sedia su cui dovrà essere montato, generalmente i supporti sono universali e si adattano a tutte le sedute, ma in caso di sedie particolari o di design è bene consultare il venditore prima dell’acquisto.

Successivamente si possono iniziare a valutare le altre caratteristiche che desideriamo, mantenendo in primo piano la sicurezza, quindi dobbiamo controllare che il peso massimo supportato non sia inferiore al peso del nostro bambino e che le cinghie di sicurezza di cui sono dotati tutti i supporti si possano agganciare perfettamente per evitare che l’alzasedia possa scivolare o ribaltarsi.

Infine possiamo dedicarci alle caratteristiche secondarie come il tipo di gamba che regge il rialzo e la possibilità di regolare l’altezza in funzione della crescita del bambino, la presenza o meno del vassoio, la facilità di lavaggio e le altre funzioni che ci interessano.

Tutti gli alzasedia devono essere omologati e garantiti, e se si fanno acquisti di seconda mano dobbiamo essere certi che non abbiano subito alterazioni tali da comprometterne la sicurezza.