Scopriamo quali sono le tipologie di zucchero in commercio e le loro caratteristiche organolettiche

Chi da bambino non ha mai rubato di nascosto una zolletta o un cucchiaino di zucchero per assaporare quella dolcezza che si scioglie in bocca? Un gesto che ci riporta a piccoli attimi di gioia fugace: ma quali sono le caratteristiche delle varietà di zucchero più diffuse in commercio?

Vediamo quali sono le differenze principali tra le tipologie di zucchero e gli usi più adatti (leggi anche “Conoscere il cibo: vitamine e sali minerali“).

caratteristiche dello zucchero

caratteristiche-dello-zucchero

Lo zucchero si ricava esclusivamente da due tipologie di piante: la barbabietola e la canna da zucchero. Quello che si estrae dalla barbabietola è il classico zucchero semolato bianco che tutti conosciamo, mentre dalla canna da zucchero si ricavano lo zucchero di canna integrale e quello raffinato.

Lo zucchero che proviene dalla barbabietola si presenta sotto forma di granelli bianchi sottili ed è sempre raffinato poiché tutte le altre parti della barbabietola non hanno un gusto piacevole e devono essere totalmente eliminate. Si ottiene premendo il fusto delle piante di barbabietola e facendo cristallizzare il succo che se ne ricava. Il gusto è molto dolce e inconfondibile, si presta per tutte le preparazioni dolci e come dolcificante anche da solo.

Lo zucchero di canna raffinato si presenta quasi bianco come quello della barbabietola ed offre un gusto dolce ma poco marcato rispetto allo zucchero classico, è un prodotto del tutto simile allo zucchero da barbabietola per quanto riguarda la composizione molecolare e l’uso che se ne può fare.

Lo zucchero di canna integrale non viene raffinato ed è molto ricco di melassa, una sostanza viscosa e dolce che gli conferisce un sapore aromatico ben diverso e definito rispetto allo zucchero raffinato. Ha un colore bruno e si sposa bene come dolcificante solo ma può anche sostituire lo zucchero bianco nelle preparazioni ed ha un minore apporto calorico.

Lo zucchero muscovado è lo zucchero di canna grezzo biologico che non subisce alcun trattamento di raffinazione, è di colore molto scuro e si presenta con una consistenza granulosa e piuttosto umida data dall’alto contenuto di melassa. Proveniente principalmente dalle Filippine è molto ricco di vitamine e sali minerali. Il gusto particolare e non troppo dolce lo rende adatto per aromatizzare dolci e bevande.

Altro capitolo per i dolcificanti alimentari, ottenuti con composti di sintesi, come aspartame o neospiridina che hanno un altissimo potere dolcificante ma non sono raccomandati per un uso continuativo.