Denunciati 12 panettieri che producevano pane nero preparato con addittivo chimico

Scatta la denuncia per 12 panettieri dagli agenti del Corpo Forestale della regione Puglia, accusati per frode a causa della produzione e commercializzazione di alimenti trattati alterando la composizione naturale con l’aggiunta di additivi chimici non autorizzati dalla legge. I 12 panettieri arrestati sono delle seguenti località: Bari, Andria, Barletta, Foggia, Taranto e Brindisi.

Denuncia Pane Carbone

Nella produzione di pane, focacce e bruschette al carbone vegetale, oltre agli ingredienti necessari per la produzione di prodotti da forno, veniva utilizzato il colorante E153 carbone vegetale, procedimento vietato dalla legislazione nazionale ed europea, il quale non consente l’uso di nessun tipo di colorante sia nella produzione di pane e qualsiasi prodotto simile e sia negli ingredienti usati per prepararli ovvero acqua, farina, sale, zucchero, burro e latte. I prodotti che sono stati sequestrati venivano pubblicizzati esaltandone la digeribilità, per la loro presunta capacità assorbente che aiuta i disturbi gastrointestinali. Gli investigatori della Forestale stanno esaminando la regolarità di altri prodotti alimentari che contengono lo stesso tipo di additivo.

Il parlamento chiede ai Ministeri della Salute e delle Politiche Agricole e Forestali che, vista la diffusione in breve tempo di questo tipo di prodotti e le proprietà che vengono attribuite, è importante capire subito ciò che è sicuro e ciò che invece può essere rischioso per la salute, e chiarire la confusione dei consumatori e anche degli operatori del settore.