Prepariamo un primo sfizioso e fresco adatto da mangiare anche freddo: la pasta con condimento tricolore

Con l’arrivo della primavera e l’aumento delle temperature possiamo sbizzarrirci con dei primi piatti più freschi e ottimi anche da portare per una gita fuori porta. Oggi prepariamo la pasta con pomodoro, mozzarella e basilico, ottima sia calda che fredda e adatta a tutti (vedi anche “Ricotta e basilico: pesto delizioso per le tue ricette estive“).

pasta ai tre colori

pasta-ai-tre-colori

Ecco cosa occorre:

  • pasta
  • salsa di pomodoro (o pomodorini freschi)
  • mozzarella
  • basilico

Le dosi in questa ricetta non sono definite, a piacimento si può aumentare o diminuire qualche ingrediente secondo i propri gusti.

Iniziamo cuocendo la pasta come d’abitudine, nel formato che preferiamo, quindi mettiamo l’acqua a bollire, e nel frattempo prepariamo il condimento. Per cominciare scaldiamo la salsa di pomodoro (o i pomodorini freschi tagliati) in una padella con un filo d’olio e sale e lasciamo insaporire qualche minuto, aggiungiamo quindi una bella manciata di basilico fresco sminuzzato e lasciamo andare a fuoco lento finché non si sarà ristretto il sugo.

Intanto ci occupiamo della mozzarella, che per non diventare troppo filante e collosa va tritata per bene a mano o con un robot e messa a scolare in modo da perdere un po’ di umidità. Possiamo usare anche mozzarella per pizza, specialmente se dobbiamo conservare la pasta per qualche ora e consumarla successivamente.

Quando la pasta è cotta la scoliamo e la saltiamo nel sugo di pomodoro (nel caso di pomodorini freschi è necessario togliere la buccia prima di usare il condimento) quindi spegniamo il fuoco per lasciare intiepidire la pasta per qualche minuto. A questo punto aggiungiamo la mozzarella mescolando piano per distribuirla bene, senza che il calore la sciolga troppo per evitare che si rapprenda, e possiamo servire la nostra pasta con un filo d’olio a crudo.

A piacere si possono aggiungere olive verdi a rondelle o cubetti di formaggio per insaporire maggiormente la pasta.