Una piccola guida per orientarsi nella scelta della scuola dell’infanzia

Quando è ora di iscrivere i nostri piccoli al primo anno della scuola dell’infanzia (quella che prima si chiamava scuola materna) spesso entriamo in confusione e non sappiamo quali fattori tenere in considerazione.

Affidare i nostri figli a qualcuno che non conosciamo può fare molta paura, quindi è bene tenere in considerazione alcuni aspetti fondamentali già dalle prime visite nelle strutture che vogliamo valutare.

matite scuola materna

matite-scuola-materna

Il primo aspetto da osservare è sicuramente la pulizia dell’ambiente e l’ampiezza degli spazi, non va assolutamente bene se appena entrati sentiamo un senso di oppressione e ci devono essere finestre ampie e luminose e se possibile un giardino in cui i bambini possano giocare quando c’è bel tempo.

Il secondo aspetto importantissimo è la presenza della cucina e la disposizione della sala mensa: sono da evitare, quando possibile, le scuole con catering esterno per la preparazione dei cibi, il menù deve essere sempre consultabile e ci deve essere un organo di controllo che permetta di provare il cibo senza preavviso. Legato a questo aspetto è fondamentale che il personale sia formato per compiere manovre di disostruzione  pediatrica e intervenire in caso di incidenti.

Per quanto riguarda l’offerta formativa, invece, ciò che conta di più è poter osservare “all’opera” i bambini che già frequentano la struttura, e proprio per questo in tutte le scuole sono previste delle giornate a porte aperte (solitamente tra dicembre e gennaio)  in modo da vedere dal vivo come si svolgono le varie attività giornaliere e conoscere il personale scolastico. A prima vista si nota subito il numero delle classi e dei bambini, quante maestre sono presenti in ogni sezione e come sono composte le classi (unica età o miste). E’ importante che le classi non siano sovraffollate e che il numero di maestre sia sufficiente per seguire gli alunni anche in piccoli gruppi di lavoro.

Terminate le visite di routine e valutate le diverse strutture si può poi arrivare alla scelta definitiva tenendo conto delle questioni pratiche, ovvero la vicinanza a casa, il costo della retta dove previsto, gli orari e le attività extrascolastiche.