Come si puliscono le zanzariere di porte e finestre in modo efficace e veloce rimuovendo polvere e ragnatele

Con l’arrivo dell’autunno e i primi freschi porte e finestre vengono tenute chiuse sempre più a lungo, ma dopo una stagione di usura è bene pulire a fondo tutte le zanzariere per evitare che si accumulino sporcizia e polvere durante la stagione fredda in cui si utilizzano meno.

Ecco alcuni consigli facili per una pulizia accurata e duratura di zanzariere e infissi.

pulizia zanzariere

pulizia-zanzariere

L’aspetto più importante quando si puliscono porte e finestre è la sicurezza per evitare incidenti, quindi, specialmente ai piani alti, mai avvicinarsi a finestre aperte con scale, salire sui davanzali o sporgersi, in quel caso è bene chiudere gli infissi esterni prima di pulire o affidarsi ad aziende specializzate.

Per iniziare la pulizia si può procedere prima passando l’aspirapolvere su tutta la superficie della zanzariera senza premere sul telo, insistendo negli angoli e utilizzando delle bocchette piccole per le maniglie nelle quali si deposita lo sporco, dopodiché si possono lavare la rete e il telaio con una soluzione di acqua e ammoniaca passando un panno imbevuto e stando attenti a non far uscire il telo dalle guide. Questa operazione va ripetuta finché la spugna non risulterà pulita al passaggio.

Dove possibile è consigliato effettuare la pulizia sia dall’interno che dall’esterno, in modo da rimuovere tutta la polvere depositata dal vento nel tempo.

Dopo aver pulito il telo basta farlo asciugare qualche minuto e poi si può chiudere la zanzariera e utilizzarla come sempre.

La pulizia garantisce che la rete sia sempre morbida e le guide scorrano più facilmente evitando rotture, quindi è bene effettuarla periodicamente e controllare che non ci siano strappi o tagli.

Terminate le operazioni di lavaggio si può spruzzare sul perimetro dell’infisso e sulla superficie della zanzariera un repellente anti insetti (clicca qui per scoprire invece come mantenere gli insetti lontani dalla frutta) per evitare la formazione di ragnatele più a lungo.