Quali sono i pesci da preferire e quali invece da evitare e come cucinarli per i bambini

Il pesce è un alimento ricchissimo di Omega3 e le proteine in esso contenute sono le più nobili tra tutte quelle animali, ma non tutti i pesci sono uguali e non tutti presentano gli stessi vantaggi a livello nutrizionale.

Vediamo come scegliere quelli migliori per i nostri bambini e quali, invece, è meglio evitare.

scegliere pesce

scegliere-pesce

Innanzi tutto occorre scegliere i tipi di pesce secondo l’età, lo stomaco dei bambini, infatti, si deve abituare pian piano a questo nuovo tipo di alimento. Per la primissima infanzia sono indicate la sogliola, il merluzzo (potrebbe interessarti anche “Mousse di merluzzo: un secondo sfizioso per tutti“) e i pesci azzurri come alici e sgombro, questi ultimi però vanno puliti accuratamente per la grande presenza di spine.

Man mano che i bimbi prendono confidenza con questo alimento possiamo passare a pesci più saporiti, come orata, branzino, spigola e i salmonidi, ovvero salmoni e trote, ma solo se di piccola taglia in modo che siano meno inquinati e diffidando dalle trote salmonate le cui carni vengono colorate spesso artificialmente con coloranti nei mangimi che in dosi massicce possono essere pericolosi per l’uomo.

Sicuramente meno adatti, almeno per l’inizio dello svezzamento, sono i pesci di grandi dimensioni come tonno e salmone adulti, peraltro ricchi di grassi saturi, e che essendo carnivori rischiano di contenere alte percentuali di materiali inquinanti derivati dalla loro alimentazione, e i pesci di fondo, che vivono nella parte più sporca del mare in cui si depositano materiali di rifiuto e metalli pesanti potenzialmente dannosi per l’uomo.

Le modalità migliori e più sane per preparare il pesce sono tramite la cottura a vapore o al forno, che mantengono inalterati i nutrienti e le proprietà, ma molto indicate anche le polpettine di pesce, la cottura con il pomodoro per condire primi piatti e la cottura al cartoccio. Da limitare, se non eliminare, le preparazioni già pronte e pre-fritte come bastoncini di pesce e cotolette di mare, mentre nessuna controindicazione per il pesce surgelato non lavorato.