Come si può sostituire il latte nelle ricette senza rischiare di rovinare le preparazioni

In moltissime ricette, specialmente se si parla di dolci, il latte è una presenza basilare per la riuscita della preparazione. Ma se per caso l’abbiamo finito e ce ne accorgiamo troppo tardi, oppure semplicemente non vogliamo o non possiamo consumare prodotti di origine animale?

Vediamo come si può sostituire il latte senza compromettere la riuscita dei piatti.

sostituire il latte

sostituire-il-latte

Innanzitutto occorre valutare il tipo di ricetta che stiamo preparando, se il latte è l’ingrediente presente in maggiore quantità la sostituzione è possibile ma dobbiamo tenere conto delle possibili variazioni di gusto o di consistenza che potremmo riscontrare, quindi è bene fare delle prove e valutare se non sia il caso di cambiare totalmente la scelta della ricetta.

Negli altri casi possiamo regolarci così per quanto riguarda la sostituzione (100 ml di latte):

  • 100 ml di acqua: la consistenza rimarrà inalterata ma il gusto potrebbe essere meno intenso, è indicata soprattutto per le preparazioni cotte
  • 100 ml di bevande vegetali: secondo la tipologia usata ci potrebbero essere delle leggere variazioni di gusto, va bene sia per preparazioni cotte che a crudo
  • 100 ml di panna da montare (solo per i dolci): la consistenza, specialmente se si tratta di creme e dolci al cucchiaio, potrebbe essere più densa e il gusto più dolce ed è indicata specialmente per le creme da farcitura e le preparazioni cotte
  • 1 vasetto di yogurt: la consistenza anche qui potrebbe essere più densa mentre il gusto varia se si usa yogurt bianco o alla frutta, va bene sia per preparazioni cotte che crude ma non è indicata se nella ricetta è presente anche il cioccolato

Per quanto riguarda i problemi di intolleranze, invece, la via è più facile in quanto si può semplicemente utilizzare latte senza lattosio o ad alta digeribilità secondo i casi e né il gusto né la consistenza risentiranno del cambiamento.