Trovati residui di ossitetraciclina nei wurstel e nei cibi per animali, un grave rischio per la salute

È stata lanciata un’allerta alimentare per il ritrovamento di farmaci nei wurstel, hamburgere e nei cibi da fast food o street food, ma anche nei cibi per cani e gatti, con alto rischio che possono causare infiammazioni.
L’Università di Torino, con uno studio sulle contaminazioni, rileva che i pericoli sono sia per gli uomini che per gli animali.

antibioticineiwurstel
I ricercatori della Facoltà di Veterinaria dell’università di Torino, insieme all’aiuto degi atenei di Napoli e Potenza e con il centro Ricerca e Sviluppo della società Sanypet, avvertono del rischio 
per la salute causato dai residui di ossitetraciclina che è un antibiotico utilizzato spesso negli allevamenti zootecnici intensivi.

La rivista internazionale Poultry Science ha evidenziato questo studio affermando che nei ‘sottoprodotti della macellazione’, i macinati d’osso, sono presenti residui di quel farmaco che “entrando nella catena alimentare possono trasformare il cibo in un veleno per le cellule in un fattore di intossicazione costante e progressiva”.
Le tracce di farmaci possono anche provocare “una marcata azione diretta anche sul sistema immunitario con la formazione di sostanze che provocano processi infiammatori”.

FONTE: http://www.today.it/rassegna/antibiotici-wurste-rischi-salute-umana.html