Scopriamo come pulire e rendere duraturi gli utensili da cucina in legno senza rovinarli

Negli ultimi anni nelle cucine moderne gli utensili e i taglieri di legno sono stati quasi del tutto soppiantati da quelli in plastica o silicone, ma dato che non sono reperibili in tutte le forme necessarie guardando bene in fondo a qualche cassetto sicuramente troveremo ancora qualche cucchiaio o mestolo in legno. Per questi attrezzi, però, bisogna avere delle accortezze particolari per quanto riguarda la pulizia e per evitare di rovinarli.

pulizia degli utensili in legno

pulizia-degli-utensili-in-legno

Il legno offre delle ottime caratteristiche di durata e resistenza e permette di essere utilizzato su tutte le superfici, ma al tempo stesso essendo molto poroso non può essere trattato come un normale attrezzo da cucina e lavato in lavastoviglie o con detersivo e spugne abrasive perché si rischia che possano rimanere dei residui chimici all’interno del legno che poi andrebbero a contatto con gli alimenti.

Per questo motivo è essenziale mantenere puliti e igienizzati gli utensili senza contaminarli ma rimuovendo ogni traccia di sporcizia che potrebbe trasformarsi in muffa (Potrebbe interessarti anche “Eliminare le macchie di muffa dai vestiti“) rendendoli inutilizzabili.

Dopo l’uso, quindi, procediamo alla pulizia velocemente, prima che lo sporco si secchi, sciacquando i nostri strumenti con acqua calda e aceto oppure poche gocce di detersivo per i piatti, meglio se biologico, senza utilizzare spugne abrasive. Dopo il lavaggio dobbiamo asciugare subito le attrezzature in legno con un panno e lasciare che tutta l’acqua evapori all’aria, dopodiché possiamo riporli al loro posto. La lavastoviglie è assolutamente sconsigliata perché il prolungato contatto con l’acqua e l’asciugatura lenta fanno assorbire al legno troppe sostanze chimiche dei detergenti.

Per quanto riguarda i taglieri, invece, possiamo pulirli e rinnovarli con una soluzione di bicarbonato di sodio e limone strofinando direttamente con una fetta di limone la superficie fino a renderla di nuovo pulita e profumata. Questo metodo evita anche che i tagli provocati dall’uso di coltelli sul tagliere si anneriscano e lascino depositare la sporcizia.