Ecco una ricetta per valorizzare i legumi anche in estate con un primo piatto gustoso e leggero

Le zuppe di legumi sono un piatto tipicamente invernale, ma in una dieta varia ed equilibrata le proteine vegetali sono importantissime (leggi anche “Conoscere il cibo: le proteine“): vediamo come rendere appetitosi i legumi anche nella stagione calda con la ricetta di una vellutata a base di ceci e scalogno.

vellutata ceci e scalogno

vellutata-ceci-e-scalogno

Realizzare questa ricetta è davvero facile e veloce ed è perfetta per ogni età: il sapore dolce dello scalogno aiuta a rendere questa vellutata delicata e saporita senza essere pungente, anche i bambini la apprezzeranno sia per il gusto che per la consistenza cremosa.

Ecco quali ingredienti servono per 3/4 persone:

  • 4 scalogni
  • 2 lattine di ceci o 280 grammi di ceci secchi ammollati e lessati
  • sale
  • una noce di burro
  • olio evo
  • rosmarino (a piacere)

Iniziamo la preparazione pulendo e tagliando grossolanamente gli scalogni, poi li mettiamo a stufare in una pentola con la noce di burro, sale e mezzo bicchiere d’acqua. Dobbiamo stare attenti che non si asciughi mai del tutto l’acqua per evitare di bruciare gli scalogni che diventerebbero amarissimi e immangiabili.

Nel frattempo scoliamo i ceci precotti o lessati e li teniamo da parte finché gli scalogni non saranno morbidi e inizieranno a disfarsi. A questo punto uniamo i ceci e aggiungiamo due bicchieri d’acqua per far cuocere insieme gli ingredienti e dare sapore al piatto.

Quando l’acqua inizia ad evaporare possiamo spegnere il fuoco e lasciare intiepidire, dopodiché frulliamo la zuppa usando un minipimer fino a ridurla in una crema omogenea e liscia. Ora la vellutata è pronta, ma a piacere possiamo aggiungere acqua se risulta troppo densa o viceversa, farla stringere ancora un po’ sul fuoco se è troppo liquida.

Completiamo il piatto aggiungendo un filo d’olio evo a crudo e a piacere del rosmarino in ogni piatto.

La vellutata si può accompagnare con crostini di pane o pasta lessata a parte per renderlo un piatto unico, oppure si possono unire delle patate lesse per garantire l’apporto di carboidrati.