Per preparare deliziosi piatti vegan ecco cosa non deve mai mancare in cucina

L’alimentazione vegan è davvero molto semplice da portare avanti. Bastano due trucchetti, qualche idea creativa, due melanzane e quattro zucchine per diventare chef stellati a qualsiasi età. Prodotti sani, genuini, possibilmente a km zero e biologici, ma si fa quel che si può. Ecco cosa non deve mai mancare in cucina!

Scopri che cosa non deve mai mancare in cucina per un’alimentazione vegan

Per sorprendere grandi e piccini in cucina, ma soprattutto per sollazzare palato e umore, ci sono poche, anzi pochissime, cose da sapere sull’alimentazione vegan. Non ci sono ricettari segreti che chef da tutto il mondo trasmettono ai propri eredi in gran segreto, lasciando ingnara la gente che invece desidera conoscere i trucchi utili per rendere i propri piatti speciali. Uno degli aspetti migliori della cucina vegan è che le ricette vengono condivise, create e rivisitate quotidinamente sul web con grande disponibilità. La cucina dovrebbe essere sempre una questione di incontro e di democrazia!

Nessun potere forte, quindi, in una cucina vegan, bensì molta creatività, voglia di sperimentare e passione per il cibo. Da qui si comincia, il resto è in discesa!
I segreti veri per un’alimentazione vegan strepitosa sono:

  • avere sempre a disposizione un frullatore ad immersione o un robot da cucina
  • comprare solo prodotti freschi, come frutta, verdura e legumi: i prodotti surgelati o i cibi pre-confezionati inquinano l’ambiente, costano molto e contengono conservanti e coloranti, tralasciando il fatto che le vitamine e i sali minerali si intravedono solo con il binocolo!
  • conoscere a fondo e abbinare i cibi fra loro: come si crea la proteina vegetale? Quali sono i cibi che contengono più ferro e come si stabilizza nel corpo? Domande alle quali è estremanente utile saper rispondere
  • consumare semi vari (zucca, lino, girasole) e frutta secca tutti i giorni: ogni seme ed ogni tipo di frutta contengono Omega 3, 6, ferro, magnesio, potassio e sono altamente protettivi per il benessere del cuore, del cervello ecc…
  • preparare le salse da sé: meglio fresche, tanto si preparano in cinque minuti e si fa sempre un bel figurone
  • prestare attenzione all’olio extravergine di oliva che si usa: preferire quelli di frantoi che si conoscono personalmente, almeno si conosce la provenienza e la qualità delle olive e dell’olio stesso
  • preferire cereali integrali e poco lavorati
  • abbattere il consumo di zucchero raffinato e laddove è necessario per preparare dolci e torte, usare il fruttosio o lo sciroppo di agave

Pochi consigli per una cucina vegan che dà grandi soddisfazioni.
E tu, sei pronto a provarli?