Saper riconoscere i sintomi di un esaurimento emotivo è essenziale per agire in tempo

Si è sempre e solo parlato di esaurimento nervoso, in alcuni casi specifici di Burnout, ma da alcuni anni si parla anche di un altro tipo di esaurimento, quello emotivo. Scopri qui di cosa si tratta e come superarlo.

Scopri i sintomi dell’esaurimento emotivo e come affrontarlo al meglio

Ci sono periodi nella vita di ogni persona nei quali sembra di dover affrontare sfide emotive, fisiche e psichiche al di là delle proprie forze, e queste sfide pare non finiscano mai. Ci si sente sotto pressione, portati al limite, stanchi. Questi periodi lasciano spossati, spesso esauriti da un punto di vista fisico e mentale. Ci sono poi altri momenti nei quali si affrontano lutti, relazioni che proprio non funzionano ma alle quali non ci si sente di rinunciare, difficoltà emotive e dilemmi esistenziali che strappano via gioia, energia e pace.

Durante e dopo quei periodi, che possono durare da alcune settimane fino a molti anni, esiste una percentuale molto alta di essere esposti ad un esaurimento emotivo. L’esaurimento emotivo è un particolare tipo di esaurimento dovuto ad un susseguirsi di emozioni vissute come negative o dolorose particolarmente invasive e difficili da superare da soli. Un accumulo di sensazioni, emozioni e vissuti che sembrano superare la propria capacità di sopportazione, elaborazione e accettazione rispetto a quanto si prova, si sente, si vive.
Qualcosa non funziona più e ci si sente male e i sintomi che si presentano possono essere alcuni fra questi:

  • disturbi del sonno
  • mal di testa
  • problemi digestivi
  • stanchezza al risveglio e durante tutta la giornata
  • scarsa energia
  • stati di rabbia, tristezza e apatia
  • ansia notturna
  • mancanza totale di resilienza
  • voglia di solitudine/isolamento
  • insopportabilità verso le persone
  • incapacità di concentrarsi
  • lacune nella memoria
  • inappetenza

Leggi con calma la lista e scopri come puoi riprendere la tua vita fin da subito.