Essere felici è un processo o un’attitudine? Scoprilo qui!

Ci si lamenta in continuazione di tutto: del tempo, del lavoro, delle persone, del mondo… ma essere felici è un’attitudine, una capacità che si può imparare anche in età adulta. Ecco come!

Scopri come essere più felice e ricordarti di esserlo più spesso

Ragioni per il lamento se ne troveranno sempre, sono dietro l’angolo, sotto ogni pietra, dietro ogni porta. Eppure, anche le ragioni per gioire sono molteplici e si possono scovare facilmente, basta allenare un po’ l’occhio ed il cuore! Spesso si segue l’onda del malcontento generale, senza nemmeno chiedersi se si è davvero così infelici e se si abbiano così grandi problemi che non possano, al contrario, essere semplificati e superati rapidamente. Le energie negative sono contagiosissime e pandemiche, ma ci sono piccoli trucchi che si possono mettere in atto da subito per prendere coscienza che la felicità è realmente a portata di mano e che è necessario tenerlo sempre a mente.

Ecco alcuni trucchi per essere felici e ricordarlo:

  • comprendere quali sono le persone che hanno un impatto positivo nella propria vita e tenersele strette
  • praticare piccoli gesti di gentilezza gratuita e quotidiana
  • focalizzare bene un problema particolarmente difficile da superare e pensare che prima di tutto è passeggero e, secondo, se fino a quel momento non è stato risolto è perché è necessaria una nuova prospettiva. Adottare altre prospettive permette di esercitare la creatività, smuovere le energie e praticare la fiducia in se stessi
  • coccolarsi di più: perdonarsi, abbonarsi torti e mancanze, praticare la gentilezza e la compassione verso se stessi
  • quando è possibile, avere un approccio romantico verso la vita e le persone: cantare, sorridere di più, prendere con maggiore leggerezza gli avvenimenti della vita, regalare una pianta, fare un favore, stupire una persona cara con un gesto di amore
  • ristabilire un contatto quotidiano con la natura: fare esercizio in un parco, meditare accanto alla riva di un fiume, scegliere di fare una gita in montagna al posto di rimanere in città a poltrire e morire di noia attaccati al pc, tablet, cellulare…
  • donarsi qualcosa ogni giorno: una parola d’amore, una coccola (massaggi, bagni rilassanti), comprarsi un libro, un cd o andare al cinema; insomma, stare con se stessi attraverso azioni e movimenti che rappresentano ciò che si è davvero e che recano gioia e pienezza
  • non attaccarsi al dolore: spesso, dopo aver vissuto un grande dolore emotivo e psichico, ci si lascia permeare da esso, che diventa una sorta di altra identità: è importante ricordare che gli esseri umani non sono votati al dolore, non è un cammino adatto a loro. Il dolore non può sostituire un’identità, o diventare una scusa per non affrontare la vita, il mondo, se stessi.

Comincia anche tu a mettere in pratica questi semplici trucchi per essere più felice e ricorda: ricordati di essere felice!